Il rendiconto finanziario

La redazione del rendiconto finanziario in termini di variazioni di capitale circolante netto comporta l'evidenziazione delle attività a breve e delle passività a breve. La classificazione delle poste attive e passive è basata sul criterio di liquidità delle poste attive e su quello di esigibilità delle poste passive. La classificazione delle poste attive e passive dello stato patrimoniale in gruppi affini mette in evidenza gli aspetti tecnici e finanziari delle poste stesse. Con tale classificazione si ottengono delle indicazioni circa il grado di mobilità e di equilibrio finanziario dell'impresa. Si individuano, cioè, la diversa funzionalità dei componenti del patrimonio aziendale al processo produttivo da un punto di vista tecnico, e, dal punto di vista finanziario, la diversa attitudine a trasformarsi in monetario Le attività saranno quindi distinte in due maxi-categorie:

• attività correnti (o a breve termine);

• attività immobilizzate (o a medio/lungo termine).

Le passività saranno divise in:

• passività a correnti (a breve termine);

• passività consolidate (a medio/lungo termine).