L’analisi del break even point

L’analisi del punto di pareggio (break even analysis) è una tecnica adoperata nell’ambito della contabilità analitico - gestionale che esamina ed utilizza i concetti che sono alla base della costruzione del diagramma di redditività e dell’identificazione del punto di equilibrio, ossia del momento in cui i ricavi scaturiti da un progetto coprono i costi sostenuti. Il punto di pareggio, che può essere calcolato sia in termini di quantità sia in termini di fatturato (questo è il caso dell’analisi che proponiamo), esprime il volume di vendite (o prestazioni di servizi) necessario alla copertura dei costi aziendali. La differenza tra il fatturato di produzione ed i costi totali fornisce il reddito aziendale relativo alla gestione caratteristica. La differenza tra il fatturato di produzione e quello teorico di pareggio è espressa in termini percentuali dal “margine di sicurezza”. Innanzitutto è essenziale conoscere la distinzione tra costi fissi e costi variabili. I costi fissi sono quelli che non variano al variare della quantità prodotta. I costi variabili sono, invece, quei costi che variano al variare della quantità prodotta. Esempi di costi fissi sono gli affitti, le utenze (telefoniche ed elettriche), i salari e gli stipendi del personale. Tali costi si sostengono anche per vendite pari a zero. Esempi di costi variabili sono i costi d’acquisto della merce con tutti i costi accessori (trasporto, ecc), i costi legati allo stoccaggio (immagazzinamento e assicurazione), tutti gli altri costi che non si sosterrebbero se non si acquistasse merce da vendere. Quando l’impresa ha programmato la quantità di merce o di materie prime da acquistare, è possibile quantificare i costi totali che si sosterranno in quel periodo temporale.

Infatti: Costi Totali (CT) = Costi Fissi (CF) + Costi Variabili (CV) ovvero CT = CF + CV

dove CF = k (costante) CV = Cu x q (Costo unitario di prodotto x quantità)

In nero è invece disegnata la curva dei ricavi totali. Ricavi Totali (RT) = P x q (Prezzo per quantità).

 

breakeven_R

 

L’incrocio tra la curva RT con la curva CT determina la quantità di pareggio. Essa permette all’impresa di porsi la seguente domanda: Si è in grado di vendere nel periodo considerato almeno la quantità Qo? E’ una domanda importante alla quale occorre dare una risposta che sia la più attendibile possibile, senza falsi ottimismi e presunzioni. Da questa risposta consegue non solo la capacità di trarre profitto dall’impresa ma anche, in taluni casi, la sopravvivenza stessa dell’impresa. Infatti, se nel periodo di programmazione le vendite del bene si dovessero fermare ad una quantità inferiore a Qo, ma al livello Q1, non si otterrà un reddito positivo dalla gestione dell’azienda. In quest’ultimo caso la gestione comporterebbe una perdita, causata dalla differenza positiva tra Costi Totali e Ricavi Totali. Nel grafico è rappresentata dall’area di colore rosso. Viceversa, se le vendite si spingessero oltre Qo, per esempio Q2, avremmo un utile, rappresentato graficamente dall’area verde, dovuto alla maggior valore dei Ricavi Totali rispetto ai Costi Totali in corrispondenza della quantità di vendita Q2. Il punto di intersezione delle due rette dei Ricavi e Costi totali, al livello della quantità d’equilibrio Qo, è detto Break Even Point, ed l’unico punto in cui i ricavi eguagliano i costi, per cui possiamo dire che la quantità Qo non genera né profitto, né perdite. Il Break Even Point è il punto di svolta a cui tutte le Aziende devono necessariamente tendere per avere una gestione redditizia. Maggiore è la quantità venduta superiore al Break Even Point e maggiore è, a parità di condizioni, il profitto dell’impresa. La costruzione del diagramma del Break Even Point è un’efficace tecnica di programmazione delle vendite, perché permette di pianificare l’attività d’impresa e le scelte gestionali in modo da conoscere anticipatamente, con buona approssimazione, se e quanto sarà redditizio, in termini di costi e ricavi, l’arco di tempo preso in considerazione nella programmazione aziendale. Nell’analisi di affidabilità il punto di pareggio viene presentato in termini di volumi di fatturato.